Visualizzazioni totali

giovedì 16 gennaio 2014

Cavolfiore in umido

Ci sono piatti che a volte solo a vederli, ti fanno passare la fame tanto son brutti.
Se poi li assaggi, con coraggio e fiducia nella cuoca, ti rendi conto che l'apparenza non è tutto, anche se devo ammettere che in cucina, l'impatto visivo ha un suo perché nella riuscita di un piatto.
Certo è che, se presentassi questa ricetta a Cracco, o Bastianick, mi farebbero volare dalla finestra, ma se volessi fare un bell'effetto su un cuoco più normale come ad esempio mio fratello, presumo che la reazione sarebbe la stessa, e quindi, il mio piatto risulterebbe fallimentare a priori.

Ma provate invece ad assaggiare, tanto è un cavolfiore, e il sapore non può cambiare, e se invece migliorasse nonostante la brutta apparenza???

Ecco, vi presento il cavolfiore in umido, piatto vegetariano, light, salutare e saporito, ma tanto tanto brutto:



Ingredienti:

1 cavolfiore
sedano
passata di pomodoro
aglio
peperoncino
olio evo
dado

Procedimento:
Mettere tutto insieme il cavolo a pezzi, il pomodoro, l'aglio, il sedano, e l'olio.
Coprire con acqua e lasciare cuocere con il coperchio per 20 minuti.
Insaporire con sale o dado granulare.


Schiacciare con la forchetta il cavolfiore fino a farlo diventare fine.
Insaporire con un filo di olio a crudo se piace.

Ottimo da solo, oppure con pasta da minestra.
Spolverate con parmigiano grattugiato.

Poi mi capirete tant'è buono, saporito, e mi darete ragione.


Facilissimo da fare, leggero, dietetico.
Vi darà un senso di sazietà e vi sentirete bene.
Il cavolfiore è un antitumorale naturale.
In questo periodo è di stagione.
Vi ho convinti?
Mi auguro di si.