Visualizzazioni totali

venerdì 14 giugno 2013

LA MIA VETRINETTA

Da quando mi sono sposata, un anno e mezzo fa, ho passato parecchio tempo ad allestire la mia casa, visto che, dopo un mese sposata, già aspettavo il mio piccolino.
Nonostante non mi sentissi tanto in forma per via di una gravidanza un po complicata, mi piaceva abbellire il mobilio, specie la vetrinetta, voluta a tutti i costi, nonostante il poco spazio che ho in casa.

Ma perché a tutti i costi?
Bene, vi spiego:
1) Perché noi ragazze del sud, quando ci sposiamo, riceviamo in dote il servizio di piatti delle grandi occasioni, il servizio di bicchieri di cristallo, le tazze da caffè di limoges, le posate per le cene importanti, e l'argento .

2) Anche se poi tutte queste cose resteranno solo in vetrina, e non lo userete praticamente quasi MAI, si devono tenere, perché sono belle, servono (qualche volta), e fanno parte della tradizione popolare che vuole che la sposa, le possieda.

3) Fanno molto chic...

4) Le tradizioni vanno portate avanti.

Ecco allora che, dopo 18 mesi di matrimoni, finalmente ho la vetrinetta completa, con il servizio di bicchieri da 6 - cioè 6 bicchieri da succo, 6 bicchieri da acqua, 6 bicchieri da vino, 6 bicchieri da liquore-, poi c'è il cristallo di Boheme, i flùte da champagne con filo di platino, e i servizi da limoncello e grappa decorati in argento.


Nel ripiano centrale ci sono i servizi da caffè in limoges con filo rosso e dorato





e in basso, il servizio di piatti e posate della PINTI INOX.
Al centro potete ammirare una splendida alzatina in vetro IKEA.
Il servizio piatti in porcellana, decorato a mano, è da 12- e comprende anche tazze da caffè e thè, ciotole da zuppe, piatti da portata, saliera e pepiera.
Ai lati, due porta bonbons in cristallo.



e questa è la vetrina al completo:


BELLISSIMA, vi piace?