Visualizzazioni totali

lunedì 17 giugno 2013

Arienzo







Io vivo in un piccolo paesino in provincia di Caserta.
amo il mio paese, gli scorci che offre, la quiete tanto lontana dal traffico delle grandi città.


Adoro il cinguettio degli uccellini che al mattino si svegliano all'alba, l'odore dell'erba bagnata, dei fiori di arancio che si ergono lungo le strade.


Amo portare mio figlio sulla collinetta dei Cappuccini, ammirare il panorama del paesino incastonato in una vallata antica come Il mondo.









Percorrere le strette vie del centro storico, ammirarne le vecchie e secolari strutture, l'antico campanile, ora casa di civette e barbagianni.





Amo il fresco che mi rilassa nelle calde serate estive, i vocii dei bimbi in piazza, le mura antiche che un tempo cingevano la città per proteggerla nemico.










E poi gli uliveti, le strade pulite, la piazza storica, la Chiesa secolare, Il convento dei cappuccini, casa dei poveri, luogo di riferimento di tutti noi.

Vorrei più possibilità per noi giovani, che abbiamo idee, progetti,  che i "Vecchi" ignorano.

Ci sono i signori della politica, 
quelli che in noi giovani credono poco, e che ci costringono a scappare, a lasciare un'oasi di tanta bellezza come Arienzo.

C'è chi torna, 
chi va, 
chi viene,
c'è l'attore famoso che ha recitato con Totò,
c'è l'attore in erba che vorrebbe seguire le sue orme.

C'è il punto di ritrovo,
i luoghi comuni,
le vecchie foto che ricordano scorci di strade battute dai calessi,
alberi secolari che nessuno abbatterà mai.

C'è Camillo,
c'è Don Peppone,
c'è il solito tam tam delle voci, dei piccoli misteri,
grandi a furia di fare il  telefono senza fili.

Amo il mio paese,
 ci vivo bene,
sono al centro di crocevia di 4 province, lontana, ma vicina a tutto.

E' bello Arienzo,
MA POTREBBE ESSERE MEGLIO.